fbpx
Orari: Lunedì - Sabato: 8.30/15.00 - 17.00/21.30
My Cart
0,00
My Cart
0,00
Blog
Vino siciliano

Un vino siciliano sotto l’albero – quale scegliere

Il Natale è indubbiamente la festività più attesa dell’anno da grandi e piccini, anche se per motivi diversi. Mentre i più piccoli non vedono l’ora di scartare i regali che hanno chiesto a Babbo Natale, i grandi non possono che attendere il grandioso pranzo natalizio con trepidazione.

Si dà fondo a tutta la propria creatività per rinnovare un appuntamento con la tavola che non conosce rivali. Ma se ideare un menù innovativo e gustoso può essere difficile, abbinarvi un buon vino lo è anche di più.

Un buon vino siciliano può esaltare e completare qualunque piatto, se si sa come abbinarlo. Gli abbinamenti per un vino possono essere molteplici, l’importante è tenere a mente i sapori delle diverse portate e le caratteristiche di ogni bottiglia, soprattutto nel caso in cui si stesse cercando un buon vino da regalare a Natale.

Si comincia con l’antipasto

L’antipasto è il momento più goloso del pranzo. Il riscaldamento, se così si può dire. Sfiziose prelibatezze che preannunciano l’andamento del resto del menù, preparando i nostri stomaci senza appesantirli.

Nel caso in cui si volesse cominciare con un antipasto a base di pesce, con crudità di mare e un buon filetto di sgombro magari, l’ideale è un vino siciliano bianco leggermente frizzante, come il nostro Traimari dalle Cantine Pellegrino, dal gusto secco e fresco.

Se l’idea, invece, è quella di un menù a base di carne, un antipasto a base di salumi e formaggi stagionati è quel che ci vuole. In quel caso è più indicato un vino rosso dal gusto intenso, lungo e complesso come il Lapilli Rosso. Per chi volesse contribuire ad aprire le danze con dei prodotti siciliani di qualità, il nostro cesto di Natale a base di prodotti salati saprà far felice i più esigenti.

Il primo, il preferito degli italiani

Il primo è per noi italiani, la portata principale. La pasta è sintesi d’amorosi sensi per ogni italiano del mondo, comunque la si prepari. Per questo merita un abbinamento speciale.

Per bilanciare il sapore corposo dei primi a base di carne, con un contorno fortemente aromatico come il celebre macco di fave siciliano, serve un vino di carattere. Quale miglior candidato se non un Nero d’Avola, il Donnatà, vigoroso e ben strutturato, in grado di accompagnare anche i piatti più impegnativi per il palato come gli anelletti al forno.

I primi piatti di mare, d’altro canto, possono essere abbinati a vini differenti in base alla natura della salsa. Se la salsa è a base di pomodoro, come nel caso del sugo di tonno, richiederà un vino bianco profumato, con note di gusto più intense. Se si parla di un sugo bianco di pesce, invece, si sposerà meglio un vino siciliano bianco più secco, che non snaturi il gusto del pesce. L’Azisa di Zisola ne è un perfetto esempio.

I secondi e il vino siciliano

Il secondo, per coloro abbastanza saggi da risparmiarsi per goderselo a pieno, è la punta di diamante di tutto il pranzo. Tagli di carne e pesce d’eccezione vengono lavorati dalle sapienti mani di madri e nonne per deliziare i presenti.

La carne, che trova in questa portata la sua massima espressione, viene spesso servita alla brace o arrosto e spesso accompagnata, nella tradizione siciliana, da un contorno leggero ma gustoso come la caponata di melanzane. Il Tareni Syrah, elegante e armonico vino rosso dal terroir argilloso e molto minerale, svolge bene il suo compito, esaltando il gusto della carne, specialmente della selvaggina.

Nei secondi a base di pesce, molto è dettato dalla ricetta nell’abbinamento. Piatti di pesce particolarmente ricchi richiamano vini bianchi dal bouquet più complesso, come il Grillo di Mandranova, straordinariamente fresco ed equilibrato dal profumo travolgente di pompelmo, papaya, mango e frutto della passione.

Una dolce conclusione

Per chiudere un pranzo tanto sontuoso, il dolce è d’obbligo. A Natale certamente non può mancare un ottimo panettone, simbolo (in)discusso di questa festività. L’ultimo abbinamento che vi proponiamo è un classico, vero simbolo della scena vitivinicola siciliana: si tratta del Passito di Pantelleria, vino bianco siciliano liquoroso, ottimo per i dessert lievitati.

Leave your thought

Select the fields to be shown. Others will be hidden. Drag and drop to rearrange the order.
  • Immagine
  • SKU
  • Valutazioni
  • Prezzo
  • Magazzino
  • Disponibilità
  • Aggiungi al carrello
  • Descrizione
  • Contenuto
  • Peso
  • Dimensioni
  • Colore
  • Additional information
  • Attributi
  • Custom fields
Comparatore
Lista desideri 0
Apri la Lista desideri Continua lo shopping